«Smart working? Tra vantaggi e limiti, va cercato il giusto equilibrio perchè diventi un modo nuovo di lavorare per tanti»

27-05-2020

Rivoluzione digitale obbligata dalla pandemia? Un’occasione di cambiamento di cui anche lo Stato dovrebbe approfittare, come sostiene Francesco Starace, numero uno di Enel, gruppo che ha messo 37 mila lavoratori in smart working fino a dicembre. Don Magnoni: «In Enel produttività alta anche con il telelavoro, grazie anche a nuove piattaforme e nuovi modi di lavorare. Eravamo già abbastanza digitali, con la crisi abbiamo solo scoperto di poterlo essere ancora di più. Indubbi i tanti vantaggi. Il limite è che alla lunga si spersonalizzano i rapporti tra le persone»

Tag:
Continua a leggere
Categorie audio